Gli approfondimenti dell’Agenzia delle Entrate sui fabbricati rurali

In merito agli avvisi bonari inoltrati per la regolazione spontanea delle singole posizioni, l’Agenzia delle Entrate ha diffuso alcuni utili chiarimenti. Con una apposita circolare, CNGeGL ha richiamato le indicazioni offerte e voluto contribuire a una più generale informazione

L’Agenzia delle Entrate prosegue nell’attività di accertamento dei fabbricati rurali che allo stato attuale risultano ancora censiti al Catasto Terreni. Una procedura che ha interessato diverse centinaia di professionisti italiani generando una crescente richiesta di chiarimenti. Al tal fine, CNGeGL ha diffuso la nota formulata dall’Agenzia delle Entrate che offre alcuni importanti chiarimenti, in ordine alla trattazione delle segnalazioni trasmesse. Tra queste, i chiarimenti più frequentemente richiesti sono risultati i seguenti: a) quando per la destinazione d’uso attuale, non sussiste l’obbligo di accatastamento dell’immobile al Catasto Edilizio Urbano; b) quando l’immobile ha perso i requisiti di ruralità.

QUI la circolare CNGeGL per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *